Visualizzazione post con etichetta Grecia. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Grecia. Mostra tutti i post

mercoledì 4 giugno 2014

Indicazioni utili sulle località da visitare a creta, le località descritte di seguito rappresentano una selezione del tutto personale che ho realizzato durante il mio viaggio a Creta.

Spiagge

Balos

Balos è una baia rocciosa e spoglia, si può raggiungere in barca dal mare oppure percorrendo una tortuosa strada non asfaltata. Alle spalle della spiaggia si trovano falde assolate del monte Geroskinos. La Baia si affaccia su di un golfo orlato da un mare quasi caraibico, al centro del quale vi è l'isola di Gramvoussi, sulla quale erge una fortezza di età veneziana.

Phalasarna

La splendida spiaggia di Phalasarna offre uno dei litorali più belli e meno frequentati dell’isola di Creta. La lunga spiaggia è di sabbia finissima, il colore del mare va dal turchese al blu e l'acqua è limpidissima. Giunti all’altezza del mare, si incontrano due diramazioni. la seconda raggiunge il tratto di spiaggia meno frequentato. Alla fine di entrambe, si trovano piccole taverne che dispongono anche di lettini ed ombrelloni.

Elafonissi

La spiaggia di Elafonissi è situata all'estremo sud-ovest di Creta, si raggiunge percorrendo una lunga strada tortuosa nella quale si attraversano montagne e canyon. La spiaggia ha la sabbia bianchissima ed una bassa laguna con un'acqua limpidissima dai colori mozzafiato. Davanti la spiaggia si trova l'isola di Elafonissi, estremamente selvaggia, che si può raggiungere a piedi dal mare poichè l'acqua non supera le ginocchia. Sull'isola si trovano altre piccole spiagge, tutte splendide, caratterizzate dalla sabbia che in alcuni punti sembra rosa.

Skinaria

La spiaggia di Skinaria si raggiungere dopo circa 15 minuti di strada dalla località di Plakias, dopo aver percorso una stretta strada tra le montagne. La piccola spiaggia appare incantevole, incastonata tra due promontori rocciosi, con un mare dai colori turchesi che si perdono nel blu intenso del mare, la sabbia è grossa, in alcune parti mista a piccoli ciottoli ed il mare è profondo già a pochi metri dalla riva.

Città

Heraklion

Heraklion è il più grande centro urbano di Creta, la capitale della regione e il centro economico dell'isola. La prima civiltà europea, la civiltà minoica, fiori' su questa terra 5000 anni fa. Attualmente la popolazione del comune di Heraklion è di circa 150.000 persone. E' una città molto dinamica e cosmopolita, in particolare durante il periodo estivo, quando migliaia di visitatori possono essere visti fare shopping nel mercato o visitare i musei e altri luoghi di interesse. Durante gli ultimi 20 anni la città ha fatto un progresso notevole in ambito accademico e tecnologico.
La storia è molto viva nella città vecchia di Heraklion, ed la città è ricca di testimonianze della dominazione veneziana, come la cinta muraria, il porto, la bella loggia seicentesca (in realtà, ne è una fedele ricostruzione), e la Fontana dei Morosini, con quattro teste di leoni. E’ presente anche una moschea di età ottomana. Nel Museo Archeologico, sono esposti i reperti più belli della civiltà minoica, come il disco di Festo e affreschi dal Palazzo di Cnosso, quali quelli che raffigurano la Tauromachia e il Principe dei Gigli.

Plakias

Plakias è una località emergente dal punto di vista del turismo nell’isola di Creta: ancora lontana dagli standard elevati del nord dell’isola e principalmente frequentata da turismo non organizzato. Si estende con un piacevole lungomare pieno di negozietti, market e ristorantini idilliaci che offrono specialità di mare a prezzi davvero contenuti, anche meno della metà rispetto ai locali della costa nord. Incastonata tra imponenti montagne, presenta una lunga spiaggia ciottolosa bagnata da un mare cristallino.

Frangokastello

Per raggiungere frangokastello, situata nella parte sud di Creta, si percorrono strade sospese tra mare e montagne. Il castello sorge in prossimità della spiaggia e colpisce per l’imponente facciata, che fa presupporre che il castello sia ancora in buone condizioni: in realtà i muri esterni sono le poche cose rimanenti, mentre l’interno è praticamente in rovina. Dominata dall’imponente mole del castello, la spiaggia di Frangokastello è tra le più piacevoli di Creta, per via dello scarso affollamento e per la posizione idilliaca in cui è situata: guardando dal mare, la spiaggia appare incastonata tra le imponenti Montagne Bianche e sembra difesa dall’antica fortezza.

Rethymno

Rethymno è la capitale della prefettura omonima ed è costruita tra le altre due grandi città di Creta. A est è Iraklion (80 km) e ad ovest Chania (60 km). Si trova lungo la costa settentrionale, ed ha ad est una delle più grandi spiagge di sabbia di Creta (12 km) e ad ovest una costa rocciosa che finisce in un altra grande spiaggia di sabbia dopo 10 km.
La moderna Rethymno, con circa 20.000 abitanti, si sviluppa intorno al porto. Nelle sue pittoresche stradine si trovano insieme edifici contemporanei ed case tradizionali, e molti monumenti: moschee, chiese bizantine, e edifici testimonianzaa della dominazione veneziana e turca.
Tra questi di notevole interesse la Loggia veneziana, i palazzi sempre dello stesso periodo, la Cattedrale dell'Annunciazione della Vergine Maria, la chiese di Santa Maria, Signora degli Angeli, San Francesco, le moschee di Veli Pasha, di Kara Moysa Pasha, del Grande Ingresso e Neratzes. La fortezza di Rethymno fu costruita nel 1573-1580 dal comandante veneziano Alvico Lanto, progettato da un ingegnere, Pallavicini. Si trova sul sito di una fortezza medievale che in precedenza era stata il luogo dove sorgeva l'antica acropoli di Rethymno. E' circondata da quattro bastioni e da forti mura.

Chania

Chania è la capitale della prefettura omonima e la seconda più grande città di Creta , con una popolazione di 60.000 abitanti. È il centro amministrativo , economico , commerciale e culturale della Prefettura . Si trova lungo la costa nord dell'isola , a circa 55 km ad ovest della città di Rethymnon e 135 km dalla città di Heraklion. Fin dai tempi antichi , la città di Chania ha affrontato numerose dominazioni e le influenze di molte civiltà attraverso il tempo, evidente sui monumenti della città.
La bella città di Chania è riuscita a conservare i colori originali, percorrendo il lungomare la vista spazia sui suggestivi edifici che si affacciano sul mare, abitazioni colorate che sembrano appoggiate le une alle altre, nonostante l'industria del turismo in rapida crescita, è considerata come una delle più belle città della Grecia e la più pittoresca città di Creta. Il centro storico si estende lungo la zona del porto, il quartiere più tipico della città, sempre animato, sia di giorno che di notte, da un gran numero di turisti. Vi si accede percorrendo la strada più turistica, la Halidhon, dove si susseguono un’infinità di negozi.
Da visitare la Moschea dei Giannizzeri, il più antichi edifici ottomani di tutta Creta, moschea dall'aspetto bizzarro che domina il paesaggio con la sua ampia cupola.

Archeologia

Monastero di Prevelis

Il monastero di Preveli si trova a sud della Prefettura di Rethymnon, ed è la parte più sacra della Sacra Diocesi di Lambis e Sfakìon. Il monastero ha una storia gloriosa a causa del coinvolgimento attivo e di primo piano dei suoi confratelli in tutte le manifestazioni nazionali per la libertà e l'educazione popolo, così da meritare il rispetto in tutta l'isola di Creta. In questo monastero si sono rifugiati gli Alleati durante la seconda guerra mondiale, che da qui sono poi riusciti a fuggire dall’isola. La spiaggia di Preveli, conosciuta comunemente con il nome di Palm Beach, è una delle spiagge più incantevoli di Creta, ma anche una delle più faticosamente raggiungibili.

Palazzo di Cnosso

Il mitico palazzo di Cnosso risale al 2000 a.C. e fu il più famoso edificio minoico, famoso per leggenda del labirinto di Minosse. E’ stato riscoperto dall’archeologo inglese Sir Arthur Evans nel 1894. Nell’antichità il palazzo costituiva una vera e propria cittadella, sede del potere di tutta la civiltà minoica e sbalordiva per la sua sontuosità e vastità, comprendendo oltre 400 stanze collegate da monumentali scalinate. Visitando oggi il sito archeologico è davvero difficile immaginare il lusso e lo sfarzo del tempo, altro non restano che poche rovine, che comprendono la stanza del trono del re Minosse, i famosi bagni degli appartamenti della regina considerati i più innovativi dell’antichità e alcuni splendidi affreschi e dipinti che decoravano le sale.

Monastero di Arkadi

Il Monastero di Arkadi è un monastero ortodosso orientale, situato su un altopiano fertile 23 km a sud-est di Rethymno, risale al 16° secolo ed è segnato dall'influenza del Rinascimento. Questa influenza è visibile nell'architettura, che mescola sia elementi romani ed elementi barocchi. Già nel 16° secolo, il monastero era un luogo per la scienza e l'arte e aveva una scuola e una ricca biblioteca. La facciata della chiesa, particolarmente decorata, rappresenta l’elemento di spicco del monastero, di origini veneziane, con la caratteristica torre campanaria. Il monastero rappresenta oggi un santuario nazionale della lotta d’indipendenza, in quanto qui si rifugiarono molti cretesi che, presi d’assedio dai turchi, fecero esplodere la polveriera uccidendo sia loro stessi che i conquistatori.

Festo

Festo è il più importante palazzo minoico dopo quello di Cnosso sorge nella pianura di Messarà, nella parte meridionale dell’isola: gli scavi sono stati effettuati da spedizioni archeologiche italiane a cavallo tra l’Ottocento e il Novecento. Qui fu rinvenuto nel 1908 il famoso Disco in terracotta, grazie al quale è stato possibile ricostruire la scrittura sillabica, tipica di questo popolo. Il Disco è ricoperto da 241 simboli impressi a spirale il cui significato è in gran parte avvolto nel mistero.

Natura

Gole di Samaria

Le gole di Samaria si trovano nella parte sud-ovest, in provincia di Sfakiá della prefettura di Hania. Sono circondate da cime alte come Gigilos ( 2080m ) , Volakias ( 2116m ) , Melindaou ( 2153m ) , Avlimonakas ( 1806m ) e altre, che delimitano l'area del Parco Nazionale di Samaria. Le gole di Samaria sono fra e gole più lunghe d'Europa.
Il fiume Tarraios corre per tutta la lunghezza della gola, l'ambiente protetto, l'abbondanza di acqua, la topografia e il clima che varia da alpino a subtropicale, fanno di Samaria un paradiso per la fauna selvatica . Vi è abbondanza di specie vegetali dagli alberi secolari, ai fiori ed erbe selvatiche, alcune delle quali molto rare, come l'acero cretese, orchidee , dittamo e altri. Specie rare di uccelli come avvoltoi e aquile, e mammiferi come lo stambecco cretese, noto come Kri - Kri , vivono qui.
La gola era abitata ininterrottamente fin dall'antichità, per la ricchezza e la buona qualità del suo legno e la grandezza del paesaggio, Samaria divenne un centro di attività economica ed un luogo di culto. Antichi templi sono stati trovati non solo in Tarra , l'antica città all'uscita della gola, ma anche in molti luoghi all'interno della gola stessa. Il villaggio di Samaria situato nel centro della gola è stato abitato fino al 1962 quando la zona è stata dichiarata parco nazionale.

Altre informazioni

Acqua Potabile

Fatta eccezione per Iráklio, l’acqua si può bere tranquillamente ovunque, anche se contiene molto cloro. Nei ristoranti e nei caffè, l’acqua minerale naturale (metallikó neró) è leggermente più cara di quella che potete acquistare nei supermercati.

Banca

Le banche sono aperte dal lunedì al giovedì dalle 8 alle 14 e il venerdì dalle 8 alle 13.30. In molti bancomat potete prelevare contanti con la carta di credito, EC o Maestro.

Clima

Normalmente, Creta non è scelta come meta per il turismo invernale. Infatti, tra novembre e marzo può piovere e le temperature non sono molto alte. I mesi più adatti per le vacanze sono quelli da aprile a ottobre, mentre l’ideale per fare il bagno in mare è il periodo compreso tra maggio e novembre. Anche la primavera è molto bella grazie al verde e ai fiori. Da giugno a settembre non piove mai e le temperature possono superare i 40°C; tuttavia, in luglio e agosto, normalmente si oltrepassano di poco i 30°C di giorno e i 20 °C di notte. Bisogna però considerare la presenza del vento, anche forte, che pure in piena estate può far ritardare la partenza dei traghetti.

Documenti

La carta d’identità o il passaporto in corso di validità sono sufficienti per visitare Creta. Anche i minori dovranno essere muniti di un documento proprio.

Elettricità

La corrente è erogata a 220 V. Le prese sono del tipo standard europeo, con due spinotti rotondi.
Subscribe to RSS Feed Follow me on Twitter!